Lavoro in regola drone. Scopri come fare.

LAVORO IN REGOLA DRONE? QUELLO CHE DEVI SAPERE

lavoro in regola con drone

Con il progresso tecnologico acquistare un drone è ormai alla portata di quasi tutte le tasche. Sebbene fino a qualche anno fa questo era un terreno inesplorato oggi vedere volare un drone non stupisce nemmeno più molto. Quello che molto spesso non si sa però le conseguenze che un volo senza i requisiti per essere eseguito comporta. Già perché la legge in questo campo è severissima. La legge come sappiamo non ammette ignoranza e quantomai importante perciò conoscere la normativa aeronautica e i regolamenti del campo per sapere a cosa  il committente del lavoro aereo, oltre che per operatori e piloti abusivi, a cosa si va incontro dal momento sanzioni sono le stesse applicate per illeciti compiuti con aeromobili tradizionali. Come è possibile eseguire un lavoro in regola drone evitando pesanti sanzioni economiche di svariate migliaia di euro e possibili conseguenze penali anche gravi?

ATTENZIONE AD AFFIDARE IL LAVORO A PILOTI IMPROVVISATI O A PREZZI STRACCIATI!

Una moltitudine di piloti amatoriali si propone per lavori con il drone proponendo tariffe vantaggiose.

ATTENZIONE! Se il lavoro è svolto da piloti senza patente, con mezzi non autorizzati da ENAC, se il drone non è assicurato per danni contro terzi come prescritto dalla normativa il rischio è molto alto.

COSA SI RISCHIA?

Le sanzioni amministrative o pene sono quelle del mondo aeronautico. Ci si può fare un idea chiara di ciò che si rischia sfogliando il Prontuario per le Forze di Polizia dove sono indicate

Pilotare un SAPR (comunemente detti Droni) e senza avere sul posto delle operazioni copia della assicurazione, comporta una multa da 15.000 a 30.000 euro.
Una semplice dimenticanza, può costare molto cara. Se poi il mezzo presenta la totale mancanza di copertura assicurativa, la  sanzione amministrativa sale da 50.000 a 100.000 euro. Sebbene queste pene siano ritenute da chiunque eccessive attualmente sono quanto dice la legge.

Nel Pronuntuario delle Forze dell’Ordine è possibile farsi un idea di tutte le sanzioni per cliente e committente e di conseguenza cosa evitare per fare un lavoro in regola drone.

VAI ALL’ELENCO DELLE SANZIONI

COSA RICHIEDERE QUANDO SI COMMISSIONA UN LAVORO

Come fare un lavoro in regola drone? Abbiamo pensato di creare un elenco di cose che è necessario controllare qualora si voglia controllare di essere in regola:

1. Operazione fatta in città o vicino a centri abitati?
  1. È necessario che il pilota sia in possesso di attestato per Operazioni Critiche (CRO).
  2. Il mezzo deve essere assicurato verso terzi. È necessario che il certificato di assicurazione sia presente il giorno delle operazioni.
  3. Il mezzo deve essere provvisto di targhetta identificativa e autorizzato a svolgere Operazioni Critiche.
  4. Durante le operazioni è necessario che sia presente la manualistica del mezzo (Manuale di Manutenzione, Analisi del Rischio, Report Attività Sperimentale, Manuale di Volo, Manuale delle Operazioni.)
  5. Deve essere previsto un terminatore di volo se previsto dallo scenario.
  6. Richiedere al responsabile documento di autorizzazione se la zona è vicino agli aeroporti (ATZ) o in area R. (vedi punto successivo)
2. Orazione lontano da città, persone, o centri abitati?
  1. È necessario che il pilota sia in possesso di attestato per Operazioni NON Critiche.
  2. Il mezzo deve essere assicurato verso terzi. È necessario che il certificato di assicurazione sia presente il giorno delle operazioni.
  3. Il mezzo deve essere provvisto di targhetta identificativa e deve possedere dichiarazione di rispondenza validata da ENAC.
  4. Durante le operazioni è necessario che sia presente la manualistica del mezzo (Manuale di Manutenzione, Analisi del Rischio, Report Attività Sperimentale, Manuale di Volo, Manuale delle Operazioni.)
  5. Richiedere al responsabile documento di autorizzazione se la zona è vicino agli aeroporti (ATZ).
3. Il volo va effettuato vicino ad un aeroporto?
Attenzione a protezione degli aeroporti è stato creata una zona di sicurezza estesa per svariati km che spesso ingloba interi comuni. Per volare in quest’area e necessaria la compilazione del modulo ATM-05 per l’autorizzazione all’uso dello spazio aereo al fine di richiedere un NOTAM (segregazione dello spazio aereo). È necessario avere inoltre ottenuto autorizzazione dopo la presentazione dello stesso.
4. Volo all’interno di una città?
È necessario verificare che non esistano divieti particolari al sorvolo. Le principali città sono coperte quasi per intero da zone in cui il sorvolo con qualunque mezzo è vietato per motivi di sicurezza. La maggior parte delle volte per volare in queste aree è necessaria la comunicazione alla Prefettura Competente. In pochi giorni si riesce nella maggior parte dei casi a ricevere esito positivo se la richiesta è compilata in modo opportuno.
5. Devi volare sopra persone?
Volare sopra le persone è possibile ma solo con mezzi classificati come inoffensivi che presentano le caratteristiche esposte al punto 2 e presentano un peso inferiore o uguale ai 300g con un sistema di protezione delle eliche opportuno. Il sorvolo di assembramenti di persone è SEMPRE vietato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.